c

Come è cresciuta la domanda di spazi flessibili nel 2021

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
I nuovi paradigmi lavorativi come smartworking, nearworking e lavoro ibrido rappresentano davvero un’opportunità di crescita per il settore degli spazi flessibili. I numeri lo confermano! In questo articolo vi presentiamo la crescita della domanda di spazi flessibili che abbiamo registrato sul nostro sito di Italian Coworking e anche una testimonianza diretta di un coworking manager. Ready? Go!

Ogni giorno escono nuove ricerche e indagini che garantiscono che non torneremo più alla modalità di lavoro a cui eravamo abituati prima della pandemia e che il futuro del lavoro sarà caratterizzato dall’adozione dei nuovi paradigmi lavorativi come lo smartworking, il nearworking e il lavoro ibrido.

In Italian Coworking abbiamo un punto di vista privilegiato sul numero di richieste ricevute dai vari spazi di lavoro flessibili in Italia per postazioni, uffici e sale riunioni. Possiamo dire che i nostri dati confermano la crescita della domanda per soluzioni flessibili!

Flessibilità è la nuova parola d’ordine, sia per i dipendenti sia per le aziende, quindi siamo convinti che questo trend proseguirà, e con molta probabilità aumenterà, nei prossimi anni.

Ecco i numeri raccolti su Italian Coworking!

La domanda di spazi flessibili su Italian Coworking

Nel 2021 la domanda di soluzioni flessibile è aumentata e da inizio anno sul nostro sito italiancoworking.it sono transitate richieste per oltre 1500 postazione.

Il grafico sottostante mostra la ripartizione delle richieste sulla base delle soluzioni offerte dagli spazi.

Grafico 1: richiesta di soluzioni flessibili su italiancoworking.it

La percentuale maggiore riguarda la domanda di postazioni giornaliere (41%) e conferma la necessità per i lavoratori da remoto di trovare una soluzione intermedia tra il lavoro in ufficio e il lavoro da casa.

Infatti, le persone non vogliono rinunciare ai vantaggi che comportava il lavoro tradizionale in ufficio, ovvero:

  1. il piacere di essere circondati da altre persone
  2. la maggiore produttività lavorando in uno spazio professionale
  3. la possibilità di cambiare scenario tra casa e ufficio
  4. contrastare la sedentarietà del lavorare da casa e tutelare la sanità fisica e mentale

Sempre più lavoratori si stanno accorgendo che tutti questi aspetti possono essere migliorati sfruttando una soluzione che già esiste e che si colloca nel mezzo tra casa e ufficio: il coworking o altre tipologie di spazi flessibili!

 

Ma il numero e tipo di richieste dirette attraverso il form di contatto non è l’unico indicatore. Registriamo anche un netto incremento delle visualizzazioni delle pagine dei vostri spazi (+ 25%) e una maggiore propensione al click verso i vostri siti web e socials (+35%) rispetto al medesimo periodo dello scorso anno (settembre-ottobre 2020) .

A conferma di ciò, anche i numeri legati al nostro servizio del Day Pass sono in aumento.

Nel mese di ottobre 2021 sono stati acquistati più di 100 Day Pass!

Al momento la domanda si concentra principalmente in Lombardia, con Milano che si conferma il punto di riferimento per quanto riguarda il mondo del lavoro in Italia. Qualcosa inizia comunque a muoversi anche in altre parti d’Italia fra cui la Puglia e nello specifico Bari, che conferma il suo posto tra le città più interessanti e all’avanguardia per gli i lavoratori da remoto.

Grafico 2: utilizzo Day Pass per regione

Anche il Time Pass Credit, ovvero il servizio che offriamo alle imprese per acquistare crediti e permettere ai propri dipendenti di scegliere dove andare a lavorare sta riscuotendo interesse di grandi e piccole imprese. Circa 10 aziende hanno già acquistato in media 1000€ di crediti che stanno spendendo di volta in volta per acquistare postazioni negli spazi che aderiscono al Day Pass.

Il Day Pass è nato proprio con l’idea di facilitare i coworking nell’accesso a un nuovo canale di vendita, quello aziendale. Offrire agli spazi un’opportunità in più per espandere la clientela, in quanto spesso i dipendenti che acquistano una postazione tramite italiancoworking decidono di stabilirsi in modo permanente nello spazio che soddisfa al meglio le loro esigenze.

Senza costi di attivazione e di gestione, Day Pass è un modo pratico e senza rischi di aumentare la propria clientela attraverso nuovi canali. 

Il case study di Cowo Nolo

Ad ulteriore conferma della tendenza crescente verso soluzioni flessibili e dell’aiuto che i nostri servizi possono offire a coworking e spazi flessibili, ecco quanto ci dice Cowo Nolo a Milano a proposito di Smartworking e Day Pass. 

Ecco il feedback che ci ha dato: 

CowoNolo →

Nell’ultimo anno ha ricevuto più richieste di postazioni da lavoratori in smartworking?

Si decisamente! Il mercato sembra davvero più vivace.

Pensa che il Day Pass l’abbia aiutato? Cosa l’ha spinto ad aderire al servizio?

Senza ombra di dubbio! Sia per farmi conoscere come realtà sia per dare un servizio di “appoggio” a coworker o aziende in transizione.

Ho pensato che il progetto fosse molto interessante e che mi desse la possibilità di aprire un nuovo canale al di fuori dei classici proposti.

Ha soddisfatto le sue aspettative? Cosa ha apprezzato di più?

Al 100%, anzi, di più. La professionalità del team che ha creato il prodotto, la trasparenza nella comunicazione, e l’immediato riscontro.

Cosa pensa possa essere migliorato?

Forse il flusso… ma è davvero un dettaglio.

Lo consiglierebbe ad altri coworking manager?

Certamente! Sono a disposizione per incontrare altri gestori e sarò lieto di farvi da testimonial!

Grazie CowoNolo! 

Se sei un coworking manager e vuoi sapere di più sul Day Pass, confrontandoti anche con altri gestori che lo hanno già adottato, contattaci a

Leggi altro dal nostro garage

icsurvey 2021, parte oggi la quarta edizione con parecchie novità cover 2

ICSurvey 2021, parte oggi la quarta edizione con parecchie novità

Si alza il sipario sull’edizione 2021 dell’ICSurvey, l’indagine sugli spazi di coworking in Italia! Da oggi i gestori e gli operatori del settore potranno compilare il questionario online e contribuire alla raccolta dati sul fenomeno degli spazi di lavoro flessibili in Italia.

Grafica Comunicato 12 Gennaio 2021

Yupik acquisisce Italian Coworking

Si inaugura una nuova fase di Italian Coworking che vede avvicendarsi alla guida del portale un nuovo team. Yupik porta un grande know-how, risorse e nuovi stimoli. Di seguito tutti i dettagli e gli auguri della Redazione del Magazine per questa nuova stagione ricca di sfide.

Vuoi contribuire al Magazine?

Hai frequentato gli spazi di innovazione? Sei un esperto di un argomento che interessa coworkers e makers?
Vuoi offrire la tua esperienza alla comunità di coworking o condividere tools e pratiche che hanno cambiato il tuo modo di lavorare?
Vuoi entrare nel garage di Italian Coworking e sporcarti le mani con la piattaforma?
Fantastico! Saremmo davvero felici di pubblicare i tuoi contributi.

Segnalaci la roba che ti piace

Conosci un prodotto, un'App, un servizio che è immancabile nella tua cassetta degli attrezzi? Un prodotto tech pazzesco? Un sito incredibilmente utile per te e per qualsiasi professionista, startupper, maker, coworker?