Social Media Marketing & Coworking Space: 4 best practice da applicare (subito)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La promozione del tuo spazio, che si tratti di un Coworking Space di grandi dimensioni o un più piccolo ufficio condiviso, passa per i contenuti ed è qui che i social media giocano un ruolo fondamentale. È inutile negarlo: con più di 3 italiani attivi sui social per quasi 2 ore al giorno (WeAreSocial, 2019) e una crescita stimata del 25% su base annua (HubSpot, Fast Company, 2015), i social media sono un canale su cui anche le imprese che lavorano nel B2B dovrebbero sviluppare una presenza online. E gli esempi nel settore dei Coworking Space sicuramente non mancano: da LinkedIn a Facebook Instagram, da Pinterest a Twitter, i social non sono solo un elemento di contatto con la community dei propri coworker ma soprattutto uno strumento di sviluppo del brand e di marketing fondamentale anche per i coworking space. Senza indugiare oltre, oggi vi parliamo delle best practice per sviluppare la propria presenza sui social media, tutto dedicato ai coworking space.

Le best practice per chi gestisce i Social Media di un Coworking Space

Gestire la comunicazione di un coworking space non è di certo un gioco da ragazzi: lo sa bene chi, come te, ne gestisce in linea diretta i profili social. L’esperienza è la miglior insegnante e di best practice ne potremo elencare a non finire ma ecco le più importanti:

1. S.m.a.r.t. goals & ROI: anche nel social media marketing

Quale obiettivo ti stai prefiggendo nell’utilizzo dei social? Vuoi sviluppare l’engagement di nuovi potenziali coworker? Spingerli a visitare il sito web del tuo coworking space? Sviluppare una community online o dare visibilità online alla community che si sta creando naturalmente offline proprio nel tuo coworking? A seconda degli obiettivi – che devono assolutamente rispettare le regole S.M.A.R.T. – potrai sviluppare i contenuti più adeguati da pubblicare e selezionare i tool più adatti, nonché impostare le campagne di branding, lead generation, etc. che ti sei [email protected], etc. Ricorda di settare un metodo di tracciamento del tuo obiettivo, altrimenti sarà davvero complicato calcolare e paragonare il Ritorno su Investimento (ROI) de differenti canali.

smart goals social media marketing coworking space

2. Identificare i Social Media su cui si trovano i tuoi clienti target

Freelancer, startup, aziende di medie dimensioni, etc: a quale mercato vuoi puntare? Qual è il profilo dei clienti target a cui vuoi offrire i tuoi spazi? Una volta selezionato il tuo mercato di riferimento, cerca dati approfonditi sulle loro modalità di utilizzo dei social: soprattutto se hai budget iniziali limitati, ti aiuterà a concentrare i tuoi sforzi sui canali migliori. Un consiglio in più, valida anche nel caso in cui il tuo coworking non ha concorrenza diretta: non dimenticare di fare un’analisi dell’utilizzo che fanno i concorrenti dei canali social (quali utilizzano, quali tipi di contenuti pubblicano, con quale frequenza, etc) e soprattutto di valutare quali di questi canali stanno davvero avendo successo. Ti aiuterà ad avere un parametro di riferimento non indifferente.

3. Flessibile e regolarmente aggiornato: il piano editoriale social perfetto

Se vuoi sviluppare una solida presenza sui social media, dovrai seguire una regola fondamentale: la costanza. Non importa quanti contenuti al mese vorrai pubblicare: la chiave è rimanere costanti nel tempo ed è meglio arrivare a pubblicare meno spesso ma con costanza. Per questo dovresti preparare un piano editoriale di base, che dovrai mantenere flessibile il più possibile per andare incontro alle occasioni di contatto con la tua audience più inaspettate, come un epic fail o una serie tv di successo (quanti meme di Game of Thrones hai visto online di recente?).

4. Gioca con il Visual Content…E promuovilo!

Ti basterà fare un giro su Instagram o anche LinkedIn per capire l’importanza dei contenuti video e foto e i risultati che ottengono rispetto ad altri formati di contenuto. Vi sono decisamente moltissimi tool da poter utilizzare se sei alle prime armi (da Canva a Crello) oltre che di banche di immagini gratuite (Pexels, Unsplash per nominarne un paio). Il tutto sta alla tua fantasia e creatività. Ma non fare l’errore che commettono tutti: investi in sponsorizzazioni per dare visibilità ai tuoi contenuti, puoi anche procedere per piccoli test su Facebook investendo 2€ a post. on

E se senti di avere bisogno di una mano per migliorare la comunicazione del tuo coworking, batti un colpo! Saremo felici di darti un consiglio in più.

Vuoi promuovere online il tuo coworking space?

Scopri cosa può offrirti Italian Coworking!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leggi anche

caratteristiche delle strutture e utenti dei coworking e uffici flessibili nel 2021

Caratteristiche delle strutture e dei membri dei coworking e uffici flessibili nel 2021

Nel 2018 esplorammo il tipo di offerta di servizi ed equipaggiamento che i coworking presentavano (l’articolo è qui). Spoiler alert: non erano poi tanti… i nostri indici rilevarono che fatti 100 tutti i servizi e le dotazioni presenti nel nostro questionario, solo poche strutture raggiungevano il 60% dell’offerta complessiva.
Quest’anno, abbiamo approfondito l’offerta e la composizione degli spazi per definire le caratteristiche salienti delle strutture utilizzate come coworking e uffici flessibili e per comprendere il tipo di utenza presente e come è cambiata dopo la pandemia.

Leggi Tutto »

Caratteristiche delle strutture e dei membri dei coworking e uffici flessibili nel 2021

Nel 2018 esplorammo il tipo di offerta di servizi ed equipaggiamento che i coworking presentavano (l’articolo è qui). Spoiler alert: non erano poi tanti… i nostri indici rilevarono che fatti 100 tutti i servizi e le dotazioni presenti nel nostro questionario, solo poche strutture raggiungevano il 60% dell’offerta complessiva.
Quest’anno, abbiamo approfondito l’offerta e la composizione degli spazi per definire le caratteristiche salienti delle strutture utilizzate come coworking e uffici flessibili e per comprendere il tipo di utenza presente e come è cambiata dopo la pandemia.

Leggi Tutto »

Seguici anche su

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi offerte speciali e novità dai coworking e altri spazi di innovazione

Spazi da non perdere

Gestisci uno spazio di lavoro condiviso?

Premi su Pubblica e inserisci i dati della tua attività. E' gratis e hai tutto per iniziare

PUBBLICA EVENTI E OFFERTE

Fai conoscere quello che fai e le tue promozioni. Premi sotto e inserisci tutti i dettagli. E' gratis.
Clicca qui

Offerte da non perdere

Diventamo partner

Scopri gli spazi disponibili per i tuoi Ads

Ultime da

  • sa
    10/07/2019 at 13:05

    grazie per i consigli utili Sto pensando al momento sul social media marketing e su come svilupparlo nella mia azienda https://www.machoffice.it

    • Giulia
      10/07/2019 at 13:09

      Grazie MatchOffice, è sempre un piacere essere d’aiuto! Su quali profili ti stai concentrando al momento e perché questa scelta ?

      • sa
        11/07/2019 at 08:49

        Grazie per la risposta. Attualmente stiamo pensando di sviluppare il nostro canale Youtube e anche una pagina Facebook.

Aggiungi un commento

Italian Coworking survey

le statistiche navigabili sul mondo del coworking