Musica al Lavoro? Suggerimenti, Playlist e Stations

6 Settembre 2018

Qualche suggerimento per ascoltare musica al lavoro. Playlist, stazioni e app per lavorare al ritmo preferito e per mantenere il mood giusto per quello che devi fare. Spesso diamo per scontato l’influenza che la giusta playlist può avere sul nostro umore, ma soprattutto, sul nostro approccio al lavoro e la produttività
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Musica al lavoro? Senti qua:

 “Senza la musica per decorarlo, il tempo sarebbe solo una noiosa sequela di scadenze produttive e di date in cui pagare le bollette” (Frank Zappa).

Prendere per buono l’assunto di uno degli artisti più visionari del panorama musicale, significa ammettere che non può esserci ufficio, senza il giusto sottofondo musicale. E i coworking, i fablab, qualsiasi spazio di innovazione, non fanno differenza. Anzi…

Spesso diamo per scontato l’influenza che la giusta playlist può avere sul nostro umore, ma soprattutto, lavorativamente parlando, sul nostro approccio al lavoro. Immaginate di dover ultimare l’abstract di un progetto importante da consegnare entro la fine della giornata. Stress, tensione, minuti contati si sposano decisamente male con le ritmiche incalzanti di un disco degli Iron Maiden ad esempio.

Nel dettaglio vi proponiamo i risultati di una ricerca rimbalzata sulle pagine di inc.com e startupitalia.eu che descrive i benefici di ogni tipo di musica sulle vostre prestazioni lavorative:

1 Classica

È ideale per lavori creativi. Se il tuo lavoro è mettere la fantasia a servizio della tua azienda, la musica più adatta a te è quella classica o barocca. Perché? Stimola l’immaginazione e riduce l’ansia.

Mozart e Vivaldi

2 Elettronica

Utile per lavori ripetitivi e per chi svolge compiti dove è richiesta molta concentrazione, tipo quelli del ramo contabilità o tutti quelli che hanno a che fare con i numeri.

Qui e ancora qui due esempi.

3 Jazz, indie rock, hip-pop, blues

Sono i tipi di musica adatti a chi fa lavori delicati. Ti aiutano a stare concentrato e sveglio allo stesso tempo. Il jazz è la musica più indicata per i programmatori.

Due suggerimenti da Inc.com, Hollywood Dreaming dei Fathers’Children  e Will Love Grow della band L.T.D.

4 Suoni della natura

Adatta a ogni tipo di mansioni per la sua capacità di rilassare e creare sentimenti positivi. Chi vuole ascoltarla può ricorrere a due tool online, Simply Noise e Rainy Mood.

 

Diversi generi dunque, corrispondono a diversi modi di gestire il mood con cui coworkers, smartworkers, makers o chiunque lavori in un ufficio condiviso affrontano le proprie giornate. Ma quali sono i tools a disposizione di chi gestisce i suddetti spazi di lavoro? Abbiamo selezionato i 4 più utilizzati con i nostri consigli su playlist e stazioni da scegliere:

5 STATIONS and APPS

Pandora Station: Servizio di radio on-line, nato negli Stati Uniti, che si appoggia al Music Genome Project e che attualmente non è ancora disponibile in Italia. Effettuando una registrazione, il sito permette agli utenti di creare delle stazioni radio virtuali partendo dall’inserimento di un brano o di un artista che sia gradito all’utilizzatore. Il sistema riconosce e seleziona una serie di brani affini in base ad un algoritmo elaborato dal Music Genome Project, generando una playlist.

Playlist consigliate – Emancipator, Gotan Project, Tycho

 

SomaFM: come il precedente è un servizio di radio on-line che si autosostenta grazie alle libere donazioni degli ascoltatori e che trasmette diverse stazioni suddivise per genere. Anche questa piattaforma permette la creazione di playlist personalizzate e non è necessaria la registrazione.

Stazioni consigliate – Indie Pop Rocks!

 

Spotify: il noto servizio di streaming musicale on demand si discosta un po’ da quelli precedentemente elencati in quanto oltre a diversi canali di radio online, offre anche una vastissima selezione di brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti. Anche qui è possibile assemblare le proprie playlist oppure affidarsi all’assemblaggio automatico effettuato dal sistema in base ad algoritmi che seguono sempre il criterio dell’affinità. Unica ma sostanziale differenza, la necessità di sottoscrivere un abbonamento a pagamento per utilizzare tutte le funzioni disponibili senza interruzioni pubblicitarie.

Stazioni consigliate – Acoustic Hits: Oldies but Goodies

 

Brain.fm: è il più specifico tra gli strumenti proposti. L’app mette a disposizione una serie di tracce audio concepite per migliorare la concentrazione o per aiutare a rilassarsi, a meditare e anche a dormire meglio (ma questa potenzialità la indagherei magari a casa, o comunque fuori dall’ufficio…;)). Brain.fm,a differenza di Spotify è utilizzabile solo a pagamento.

Dai uno sguardo a GEARS per farti ispirare con strumenti e prodotti per ascoltare la musica negli spazi condivisi

Ritorneremo presto sull’argomento, intanto, la prossima volta che ti siederai nel tuo spazio di coworking o alla tua postazione altrove e aprirai il tuo browser, ricordati di scegliere bene quello che sarà il sottofondo della giornata. Let the music play! Buon lavoro!

 


Articoli correlati:

Produttività e Musica: playlist per dare ritmo alle tue attività– di Rita Fortunato

Brain.fm: musica per migliorare la concentrazione, meditare e dormire– di Giada Centofanti

Quali sono gli effetti della musica in ufficio– di Simone Morano

  • Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leggi anche

Coworktalenti

CoworkTalenti: la boutique dei professionisti

La scorsa settimana abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Alessandro di Cowork Talenti per conoscere meglio l’esperienza del suo coworking a Roma. E’ un ottimo esempio di coworking e di community per professionisti che offre, senza enfatizzare, tanto di più di uno spazio. Per questo abbiamo deciso di raccontarvela.

Leggi Tutto »
imprenditoria femminile coworking solo donne articolo Cover italiancoworking

Imprenditoria femminile: sono i coworking per sole donne il nuovo baluardo

Abbiamo assistito negli ultimi anni ad un’esplosione di coworking space… al femminile! Ebbene sì, sono soprattutto le donne ad apprezzare la flessibilità offerta dagli spazi di coworking, in quanto soluzione smart in grado di conciliare le proprie esigenze lavorative con la vita privata. Certamente la work life balance non serve solo alle donne, ma allora perché sono sempre più le quote rosa a riempire gli spazi?
In quest’articolo cercheremo di indagare sul perché di questa tendenza, per capire quali siano i triggers che si celano dietro le scelte di queste donne, e soprattutto cercheremo di dare una risposta alla domanda posta nel titolo: è veramente all’interno di uno spazio di sole donne che si può sviluppare l’imprenditoria femminile?

Leggi Tutto »
spazio di coworking openspace quanto rende

Quanto sono redditizi gli spazi di coworking nel mondo?

I risultati della Global Coworking Survey del 2019 (GCSurvey) disegnano il trend della performance del coworking su scala globale. Ad ottobre saranno disponibili anche i dati della italian coworking survey 2019,  sarà allora interessante comparare come gli spazi nostrani si inseriscono in questi trend. Per il momento ecco come rendono nel mondo gli spazi di coworking e altri numeri e statistiche da conoscere assolutamente.

Leggi Tutto »

CoworkTalenti: la boutique dei professionisti

La scorsa settimana abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Alessandro di Cowork Talenti per conoscere meglio l’esperienza del suo coworking a Roma. E’ un ottimo esempio di coworking e di community per professionisti che offre, senza enfatizzare, tanto di più di uno spazio. Per questo abbiamo deciso di raccontarvela.

Leggi Tutto »

Imprenditoria femminile: sono i coworking per sole donne il nuovo baluardo

Abbiamo assistito negli ultimi anni ad un’esplosione di coworking space… al femminile! Ebbene sì, sono soprattutto le donne ad apprezzare la flessibilità offerta dagli spazi di coworking, in quanto soluzione smart in grado di conciliare le proprie esigenze lavorative con la vita privata. Certamente la work life balance non serve solo alle donne, ma allora perché sono sempre più le quote rosa a riempire gli spazi?
In quest’articolo cercheremo di indagare sul perché di questa tendenza, per capire quali siano i triggers che si celano dietro le scelte di queste donne, e soprattutto cercheremo di dare una risposta alla domanda posta nel titolo: è veramente all’interno di uno spazio di sole donne che si può sviluppare l’imprenditoria femminile?

Leggi Tutto »

Quanto sono redditizi gli spazi di coworking nel mondo?

I risultati della Global Coworking Survey del 2019 (GCSurvey) disegnano il trend della performance del coworking su scala globale. Ad ottobre saranno disponibili anche i dati della italian coworking survey 2019,  sarà allora interessante comparare come gli spazi nostrani si inseriscono in questi trend. Per il momento ecco come rendono nel mondo gli spazi di coworking e altri numeri e statistiche da conoscere assolutamente.

Leggi Tutto »
mood_bad
  • Nessun commento ancora.
  • chat
    Aggiungi un commento

    racconta la tua esperienza con il coworking

    rispondi al questionario per utenti o per gestori