Il fenomeno dei Coworking Space in Europa: Intervista a Jean-Yves Huwart, co-fondatore di Coworking Europe

Coworking Europe è l’evento internazionale consolidato e più importante d’Europa dedicato al fenomeno dei Coworking Space. L’evento ha visto la sua prima edizione nel lontano 2010, quando la parola “coworking” era ancora poco conosciuta come alternativa al classico ufficio, tanto in Italia quanto nel resto del mondo. Ad oggi ci troviamo di fronte a un settore in forte crescita, che offre ogni giorno nuovi spunti, in un contesto in cui pochi grandi network di coworking si stagliano contro la lunga coda di quelli di minori dimensioni.

Oggi abbiamo il piacere di parlare del settore dei coworking space con Jean-Yves Huwart, co-fondatore di Coworking Europe, l’evento-conferenza di calibro internazionale che si tiene ogni anno in una diversa città europea e che si propone di approfondire tutti gli aspetti principali del fenomeno degli spazi condivisi per aiutare i manager a dare sempre il meglio di sé.

G: Ciao Jean-Yves, grazie per essere qui con noi oggi! So che il tuo team sta preparando con grande dedizione la prossima edizione del Coworking Europe!

J-Y: Grazie, Giulia, è un piacere anche per noi conoscere il team di ItalianCoworking.it.

G: Ti andrebbe di raccontarci che idea vi siete fatti del fenomeno dei coworking in Europa?

J-Y:  Direi che il mercato dei coworking si sta muovendo verso un grado di maturità crescente, con l’entrata di grandi player, da una parte, e grandi aziende, dall’altra, che cercano di in maniera crescente delle strutture gestite in modo flessibile.

Il sistema dei coworking sta modificando nettamente l’esperienza dell’ufficio nel suo complesso. Le generazioni Y e Z si attendono alti livelli di “esperienza umana” dagli spazi di lavoro e questo è già una realtà in Europa, in Italia e, di fatti, in tutto il mondo.

Di conseguenza, i coworking space indipendenti e quelli che dispongono di maggiori investimenti, dovranno aumentare la professionalità offerta.

Il livello si sta già alzando dal punto di vista delle competenze in Marketing, Operations, Events, Community, Space design, Technology, Real Estate, Hospitality, Proptech, Finance…  Crediamo che si tratti di un trend in crescita molto simile a quello a cui abbiamo assistito nel settore degli hotel, quando il mercato ha cominciato ad avviarsi verso la maturità, anni fa.

Per comprendere più approfonditamente il contesto in cui operiamo oggi, durante la prossima edizione del Coworking Europe ci siamo preposti di rispondere alle seguenti domande:

  • Che legame c’è tra coworking e il concetto di smart city?
  • Come rendere il coworking parte di un pacchetto di mobilità a livello globale?
  • Cosa e come dovremmo gestire gli spazi, le infrastrutture e i servizi nell’era dello spazio di lavoro flessibile?
  • Possono coesistere i coworking space indipendenti e i grandi brand?
  • È possibile creare modelli di business in cui non è necessario pagare il coworking space? Oppure ancora, ci sono possibilità di collaborazione con i mediatori immobiliari per aumentare le prenotazioni degli spazi di coworking?

G: Molto interessante! Quale direzione pensi che stia prendendo il settore? Ti va di azzardare qualche pronostico?

J-Y: Noi di Coworking Europe siamo convinti che la mentalità dei coworking contribuirà a creare una società migliore: sviluppo e cultura sostenibile, soft mobility, pianificazione urbana, innovazione, crescita economica… Per questo il nostro intento è supportare lo sviluppo e il miglioramento degli spazi coworking in tutta Europa. Vogliamo immaginarci un futuro dei coworking ricco di persone davvero felici di fare il proprio lavoro, una gestione migliore delle città, un apprendimento guidato dall’ecosistema e diffuso.

Pensiamo anche che vi siano enormi potenzialità nelle aree più sottovalutate. Creare il modello di business giusto per i coworking nelle piccole città e nelle aree rurali può portare grandi opportunità e aiutare a risolvere la mancanza di opportunità economiche e di personale qualificato anche nelle aree non metropolitane. Si tratta di una sfida non indifferente per le economie avanzate, dato che il mercato del lavoro si concentra nelle città, creando di conseguenza degli squilibri geografici. Le opportunità date dal digitale e le comunità di coworking potrebbero essere parte della soluzione, specialmente se supportato dalla ricerca di soluzioni abitative meno costose e un più alto livello della qualità della vita, il contatto con la natura, etc. L’Italia da questo punto di vista non fa eccezione.

 

G: Verissimo, l’Italia ha certamente moltissimo potenziale da questo punto di vista.
Hai qualche consiglio per i manager dei coworking space italiani che vogliono espandere il loro business?

J-Y: Siate professionali. Coltivate un focus improntato alla community e al posizionamento strategico. Siate pronti a ospitare team e aziende anche di 5-10 o più impiegati; trovate il modo migliore per far interagire le persone tra loro e creare un’intenzione comune nello spazio del luogo di lavoro.

Ricordatevi che la concorrenza aumenterà. I servizi, le infrastrutture, la gestione degli spazi, la tecnologia di supporto dovranno rasentare la perfezione.

Non vi verrebbe mai in mente di offrire un hotel con letti sfatti o con la WiFi intermittente, camere rumorose e livelli pessimi di servizio colazione, etc. Alcuni hotel lo fanno lo stesso perché non hanno interesse a rivedere sempre gli stessi clienti. Un coworking space, invece, punta a far sì che i propri membri desiderino tornare ogni giorno con entusiasmo. Coinvolgete l’ambiente circostante e proponete collaborazioni sia a livello locale che nazionale.

Offrite molto più di un luogo di lavoro, trovate una vostra identità, accendete la musica. Alla fine della giornata, è questo quello che rende il vostro spazio speciale agli occhi dei membri e che stimola la nostra parte più emozionale.

 


Quest’anno la Coworking Europe Conference si terrà a Varsavia, dal 13 al 15 Novembre!

Dal 13 al 15 Novembre, l’evento ospiterà più di 700 professionisti da tutto il mondo
tra coworking space operators, community managers,  industry players, office developers, investors e tanto altro…
Da oltre 55 paesi!

Italian Coworking offre ai suoi fan 20€ di sconto sul biglietto Early Bird o il 10% sulle altre categorie di prezzo!

Usa il codice promozionale CWE19_Italia al momento della prenotazione!

Il Fenomeno Dei Coworking In Europa Intervista A J Y Huwart, Di Coworking Europe

Leggi anche

Smart Working Settimana del lavoro agile

La settimana del lavoro agile a Milano 2019 – cosa è smart working e perché è meglio nei coworking

E’ iniziata la Settimana del Lavoro Agile a Milano 2019 che si svolgerà da oggi lunedì 20 a venerdì 24 maggio 2019. La settimana è la più grande vetrina sulle pratiche e le opportunità che provengono da questa modalità organizzativa. Ne approfittiamo per raccontarvi cosa è il lavoro agile, perché è meglio lavorare agilmente nei coworking e dove trovare gli spazi aderenti e le iniziative di Milano.

Leggi Tutto »
Impatti del coworking sulla identità e professionalità degli utenti

Come lavorare in coworking influenza la tua professione

I risultati della ricerca dell’Harvard Business Review su identificazione e crescita professionale degli utenti di WeWork ci hanno convinto sulla necessità di avviare una indagine sui Coworkers in Italia accanto a quella sugli spazi di coworking. Ecco qui cosa hanno trovato i ricercatori di Harvard.

Leggi Tutto »
Italian Coworking Survey 2019 Come partecipare

Tutte le novità di Italian Coworking Survey 2019

E’ aperta la nuova campagna dati sul fenomeno del coworking in Italia nel 2019. Invitiamo fondatori, amministratori, operatori e utenti degli spazi di coworking a partecipare a questa nuova ricognizione. Ecco tutte le novità di Italian Coworking Survey 2019

Leggi Tutto »

La settimana del lavoro agile a Milano 2019 – cosa è smart working e perché è meglio nei coworking

E’ iniziata la Settimana del Lavoro Agile a Milano 2019 che si svolgerà da oggi lunedì 20 a venerdì 24 maggio 2019. La settimana è la più grande vetrina sulle pratiche e le opportunità che provengono da questa modalità organizzativa. Ne approfittiamo per raccontarvi cosa è il lavoro agile, perché è meglio lavorare agilmente nei coworking e dove trovare gli spazi aderenti e le iniziative di Milano.

Leggi Tutto »

Come lavorare in coworking influenza la tua professione

I risultati della ricerca dell’Harvard Business Review su identificazione e crescita professionale degli utenti di WeWork ci hanno convinto sulla necessità di avviare una indagine sui Coworkers in Italia accanto a quella sugli spazi di coworking. Ecco qui cosa hanno trovato i ricercatori di Harvard.

Leggi Tutto »

Tutte le novità di Italian Coworking Survey 2019

E’ aperta la nuova campagna dati sul fenomeno del coworking in Italia nel 2019. Invitiamo fondatori, amministratori, operatori e utenti degli spazi di coworking a partecipare a questa nuova ricognizione. Ecco tutte le novità di Italian Coworking Survey 2019

Leggi Tutto »

racconta la tua esperienza con il coworking

rispondi al questionario per utenti o per gestori