Coworkers in trasferta? Desk gratuito!

Per “Coworking Stories” pubblichiamo un articolo da Startup Studio, coworking a Roma, di Roberta Fabozzi sulle opportunità di accedere ad altri spazi di coworking quando si è in trasferta. Un bel resoconto sulle occasioni che potresti sfruttare quando sei fuori per lavoro.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Se stilaste una wishlist del coworking dei vostri sogni, cosa ci aggiungereste? Magari un desk totalmente gratuito; magari un desk totalmente gratuito solo quando si è in trasferta. Se poi l’ingresso è garantito h24 è il top. Dall’indagine condotta nel 2011 da Deskmag, magazine specializzato nel settore coworking, su un campionario di 661 persone provenienti da 24 paesi diversi, è emerso, fra le altre cose, che la maggior parte dei coworkers desidererebbe tantissimo avere pass che consentono di entrare gratuitamente in tutti gli spazi di coworking. Attualmente, il coworking rappresenta una modalità di lavoro in forte crescita anche in Italia; arrivano sempre tante richieste di collaborazione e curiosità, soprattutto da parte di freelance che sono alla ricerca della soluzione migliore dove poter lavorare in tranquillità. Il problema maggiore, a fronte di una così larga crescita, è rappresentato dai pochi incentivi pubblici destinati alle PMI.

Il lavoro nel 2019 si sta evolvendo, con buona pace di chi grida ancora al ‘posto fisso’, e il coworking promette di essere una scelta sempre più consapevole da parte dei lavoratori autonomi. Certo, è richiesta anche una buona dose di flessibilità e lungimiranza, per monitorarne l’andamento in futuro, con tutte le naturali evoluzioni del caso.

Fondamentale, allora, sarà rendersi conto delle reali necessità dei lavoratori, a questo proposito la domanda che sorge spontanea è: cosa cercano i lavoratori nei coworking? Abbiamo selezionato i 3 punti più gettonati, let’s start!

#1 FLESSIBILITÀ IS FOR COWORKERS:

Ebbene sì, parrebbe essere la parola magica e sotto più punti di vista. Si parla spesso che il valore aggiunto di un lavoratore autonomo sia potersi gestire gli orari in autonomia, ma è chiaro che si debba essere in grado di farlo o si rischia di saltare le consegne; sondando l’opinione dei nostri coworkers, alcuni ci hanno confessato che il problema principale nel lavorare da casa sia lasciarsi inevitabilmente distrarre da altri mille pensieri. Il vantaggio innegabile del coworking resta comunque quello di essere uno spazio dove potersi concentrare, al netto di una buonissima dose di flessibilità in fatto di orari d’entrata. È chiaro che una calendarizzazione dei propri task giornalieri sia utile, anzi, necessaria in ogni caso. E se da un lato in coworking si entra quando si vuole, è anche vero che la flessibilità riguarda anche l’orario di chiusura. Infatti, uno dei desideri tanti agognati dei coworkers è avere l’ingresso h24, magari 7 giorni su 7.

#2 COMMUNITY CHE FA RIMA CON NETWORKING:

A chi non farebbe piacere scambiare quattro chiacchiere con i colleghi dopo pranzo? Una sigaretta in compagnia non si rifiuta mai, anche perché poi chiama il caffè e poi c’è tutto il rito di prendere prima il caffè o prima la sigaretta? (e per non farlo diventare un loop infinito guarda il punto 1!). A parte gli scherzi, non si tratta soltanto d’instaurare rapporti sociali con gli altri, ma anche d’intessere giuste reti di conoscenze che magari potrebbero rappresentare insospettabili occasioni di business. A questo proposito, è importante capire l’aria che tira nello spazio di coworking in cui si vuole investire; in fondo, non si sta scegliendo soltanto il desk più vicino casa per lavorare senza distrazioni. In questo senso, il coworking è molto di più, e si sbaglia se non lo si prende con la dovuta attenzione.

Magari sei una startup, e all’inizio della tua attività imprenditoriale è di fondamentale importanza trovare una community che matcha con la tua idea di business, e che magari possa aiutarti ad incrementarla con altri servizi. È questo un aspetto che, in effetti, sta emergendo. I migliori contatti si trovano in fucine del genere, dove c’è la possibilità di confrontarsi quotidianamente e con molta tranquillità con persone dalle skills più diverse, so don’t be shy! L’ambiente circostante è fatto di persone competenti e stimolanti.

Quando si parla di maggiore produttività, di migliorarsi giorno dopo giorno, ci si riferisce ad un insieme più grande di cose. Ci sono molti fattori da tenere in considerazione, e la questione del networking è una di queste. La natura stessa del coworking, destrutturata rispetto agli uffici tradizionali, permette e favorisce scambi fra i lavoratori, anzi, se ne cercano. È importante non avere paura di proporre, sempre. Dal lato ‘azienda’, altrettante saranno le occasioni messe a disposizione dei lavoratori per creare contatti, ad esempio workshop o pitch day. Da Startup Studio, n’è stato organizzato uno proprio lo scorso giovedì 27 giugno da Peekaboo. Se volete dare un’occhiata, ne abbiamo parlato qui .

#3 PRICING E ALTRE NOTE DOLENTI:

In ultimo, ma non per importanza, facciamo il contro della serva, premettendo che non c’è proprio una regola fissa. Abbiamo già accennato ai pochi incentivi ricevuti, per cui attualmente il coworking non è un servizio gratuito. È doveroso aggiungere però che, come in ogni situazione, bisogna valutare sempre i pro e i contro, e quando si sceglie uno spazio di coworking, la leva prezzo non dovrebbe essere la prevalente. Le ragioni sono un po’ la somma dei due punti precedenti, in quanto la flessibilità riguarda anche la gestione degli abbonamenti, soprattutto grazie alla possibilità di personalizzazioni; senza dimenticare che se il proprio personale ritorno è trovare una bella community, proattiva e stimolante, vale sempre la pena investirci. Bisogna domandarsi sempre cosa sia più importante alfine di aumentare la propria produttività, quali siano i servizi irrinunciabili e dove siano meglio gestiti.

DESK GRATUITI PER COWORKERS IN TRASFERTA

Sei di Roma, lavori nel coworking più figo del quartire EUR ma devi spostarti per qualche giorno su Milano e allora scoppia il panico, perché fra una riunione e l’altra non sai dove appoggiarti per continuare a lavorare. Vorresti andare in un altro coworking ma non te la senti di spendere altro, e allora ripieghi al solito Starbucks che almeno ti dà il frappuccino personalizzato. E se ti dicessi che qualcosa nell’aria si sta muovendo? In corso, ci sono iniziative da parte di siti aggregatori di coworking spaces come Italian Coworking o MYSPOT che hanno aderito, la prima, a programmi come Coworking Visa, oppure, la seconda, con collaborazioni con ConfCommercio, che consentono a tutti i coworkers in trasferta di sostare gratuitamente in altri spazi di coworking aderenti. Da oggi anche Startup Studio è parte di questo network, e non vediamo l’ora di ospitare tanti altri coworkers da tutto il mondo! E tu cosa aspetti?

Vuoi sapere come puoi avere un desk gratis in trasferta? Scrivici a [email protected], la tua copywriter di fiducia sarà ben lieta di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

 

Hai un argomento che vorresti approfondissimo più nel dettaglio su questo blog? Scrivici sempre una mail o lascia un commento qui sotto! Hai qualche idea per migliorare questo blog? Scrivici, scrivici, scrivici! E se non vuoi perderti tutte le nostre novità, seguici su Facebook, Instagram e LinkedIn!

Roberta Fabozzi da Startup Studio

Roberta Fabozzi da Startup Studio

È grazie alla forte passione per il giornalismo che si è specializzata nel mondo della comunicazione, e iI passo verso il marketing è stato breve. Oggi, Roberta ha scoperto finalmente la sua dimensione: il Content Marketing

Coworkers In Trasferta Desk Gratuito Coworking Visa.jpg
COWORKING STORIES

Coworkers in trasferta? Desk gratuito!

Per “Coworking Stories” pubblichiamo un articolo da Startup Studio, coworking a Roma, di Roberta Fabozzi sulle opportunità di accedere ad altri spazi di coworking quando si è in trasferta. Un bel resoconto sulle occasioni che potresti sfruttare quando sei fuori per lavoro.

Leggi Tutto »
Italian Coworking_bleisure_belize_outdoorview
COWORKING STORIES

Bleisure: come lavorare e viaggiare con il coworking

Il coworking è postazioni, uffici e sale riunioni? Dimentica tutto questo! Ecco alcuni degli spazi più eccentrici e innovativi del mondo. Scopri il Bleisure e come viaggiare e lavorare anche in Italia. Ecco perché, dopo la convenienza e le opportunità di socializzazione, oggi la leva del successo dei coworking sono flessibilità e l’informalità degli spazi di lavoro condivisi.

Leggi Tutto »
  • Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leggi anche

Coworktalenti

CoworkTalenti: la boutique dei professionisti

La scorsa settimana abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Alessandro di Cowork Talenti per conoscere meglio l’esperienza del suo coworking a Roma. E’ un ottimo esempio di coworking e di community per professionisti che offre, senza enfatizzare, tanto di più di uno spazio. Per questo abbiamo deciso di raccontarvela.

Leggi Tutto »
imprenditoria femminile coworking solo donne articolo Cover italiancoworking

Imprenditoria femminile: sono i coworking per sole donne il nuovo baluardo

Abbiamo assistito negli ultimi anni ad un’esplosione di coworking space… al femminile! Ebbene sì, sono soprattutto le donne ad apprezzare la flessibilità offerta dagli spazi di coworking, in quanto soluzione smart in grado di conciliare le proprie esigenze lavorative con la vita privata. Certamente la work life balance non serve solo alle donne, ma allora perché sono sempre più le quote rosa a riempire gli spazi?
In quest’articolo cercheremo di indagare sul perché di questa tendenza, per capire quali siano i triggers che si celano dietro le scelte di queste donne, e soprattutto cercheremo di dare una risposta alla domanda posta nel titolo: è veramente all’interno di uno spazio di sole donne che si può sviluppare l’imprenditoria femminile?

Leggi Tutto »
spazio di coworking openspace quanto rende

Quanto sono redditizi gli spazi di coworking nel mondo?

I risultati della Global Coworking Survey del 2019 (GCSurvey) disegnano il trend della performance del coworking su scala globale. Ad ottobre saranno disponibili anche i dati della italian coworking survey 2019,  sarà allora interessante comparare come gli spazi nostrani si inseriscono in questi trend. Per il momento ecco come rendono nel mondo gli spazi di coworking e altri numeri e statistiche da conoscere assolutamente.

Leggi Tutto »

CoworkTalenti: la boutique dei professionisti

La scorsa settimana abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Alessandro di Cowork Talenti per conoscere meglio l’esperienza del suo coworking a Roma. E’ un ottimo esempio di coworking e di community per professionisti che offre, senza enfatizzare, tanto di più di uno spazio. Per questo abbiamo deciso di raccontarvela.

Leggi Tutto »

Imprenditoria femminile: sono i coworking per sole donne il nuovo baluardo

Abbiamo assistito negli ultimi anni ad un’esplosione di coworking space… al femminile! Ebbene sì, sono soprattutto le donne ad apprezzare la flessibilità offerta dagli spazi di coworking, in quanto soluzione smart in grado di conciliare le proprie esigenze lavorative con la vita privata. Certamente la work life balance non serve solo alle donne, ma allora perché sono sempre più le quote rosa a riempire gli spazi?
In quest’articolo cercheremo di indagare sul perché di questa tendenza, per capire quali siano i triggers che si celano dietro le scelte di queste donne, e soprattutto cercheremo di dare una risposta alla domanda posta nel titolo: è veramente all’interno di uno spazio di sole donne che si può sviluppare l’imprenditoria femminile?

Leggi Tutto »

Quanto sono redditizi gli spazi di coworking nel mondo?

I risultati della Global Coworking Survey del 2019 (GCSurvey) disegnano il trend della performance del coworking su scala globale. Ad ottobre saranno disponibili anche i dati della italian coworking survey 2019,  sarà allora interessante comparare come gli spazi nostrani si inseriscono in questi trend. Per il momento ecco come rendono nel mondo gli spazi di coworking e altri numeri e statistiche da conoscere assolutamente.

Leggi Tutto »

racconta la tua esperienza con il coworking

rispondi al questionario per utenti o per gestori